GIOVANNI NUTI & MONICA GUERRITORE

Con spedizione : NESSUNA SPEDIZIONE, RITIRO BIGLIETTI IN TEATRO PRIMA DELLO SPETTACOLO per 2,00 €
Prezzo di vendita15,00 €
Descrizione

BIGLIETTI ESAURITI

Per eventuali nuove disponibilità potete mandare una mail a eventimacrame@libero.it  precisando il numero dei posti richiesti e fornendo un numero di telefono. Il vostro nominativo verrà inserito nella lista di attesa e verrete contattati in caso di nuova disponibilità - Grazie - info:  346 0902200

Venerdì 20 gennaio 2017 – ore 21

TEATRO SANTA GIULIA - via Quinta, 5 – Villaggio Prealpino - BRESCIA

 

GIOVANNI NUTI E MONICA GUERRITORE in “Mentre rubavo la vita”

Genere: Concerto

 

Un concerto folle e commovente che unisce per la prima volta sul palco due grandi interpreti dello spettacolo e della musica: Monica Guerritore e il cantante e musicista Giovanni Nuti. “Mentre rubavo la vita”: il concerto esclusivo in cui i due artisti cantano, accompagnati da una band di quattro elementi, gli appassionati della grande Alda Merini.

«Nessuna donna resta indifferente davanti alla forza, all’energia libera, vitale, colorata, sensuale di Alda Merini – dice la Guerritore – La musica di Nuti rende travolgenti i suoi testi. Io stessa ne rimango stupita. Al pubblico piacerà enormemente: ballerà, riderà e piangerà insieme a noi!».

Nuti, che firma anche le musiche dello spettacolo, ha avuto una collaborazione unica e irripetibile, durata sedici anni, con la grande poetessa, che lei stessa amava definire un «matrimonio artistico».

«Solo un’artista eclettica e sensibile come Monica può trasmettere a pieno l’intensità, il carattere, l’ironia, lo struggimento, la magica follia di una personalità immensa come quella di Alda Merini – dice Nuti –. Sentirla per la prima volta cantare i suoi versi sulle mie note è stato emozionante».

Il Cast è completato da una band di primissimo livello composta da:

Stefano Cisotto (direzione musicale e tastiere) – Massimo Ciaccio (Basso) – Daniele Ferretti (Pianoforte) – Sergio Pescara (Batteria) – Simone Rossetti Bazzaro (Violino) e alle chitarre Massimo Germini, già apprezzato la scorsa estate nel concerto di Roberto Vecchioni.